Yes I Start Up Donne e Disoccupati di Lunga Durata

Incentivi per l’avvio di impresa.

La finalità della linea di attività YES I START UP – Donne inattive e Disoccupati di lunga durata è quella di promuovere e sostenere l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità delle Donne inattive e dei Disoccupati di lunga durata attraverso un’attività formativa e di accompagnamento.

L’attività formativa gratuita ha l’obiettivo di consentire ai partecipanti di strutturare in maniera compiuta la propria idea di impresa per l’accesso al Fondo Rotativo Nazionale SELFIEmployment o ad altre misure analoghe di Invitalia.

Donne inattive e Disoccupati di lunga durata con l’aiuto dei docenti sono guidati nell’esame del bando di agevolazione previsto dal Nuovo Selfiemployment, assistiti nella stesura del proprio business plan e nella predisposizione dell’ulteriore documentazione necessaria per la presentazione della domanda di finanziamento.

Per partecipare occorre essere in possesso di tutti i requisiti sotto indicati:

  • Donne inattive:

hanno compiuto 18 anni;

non svolgono attività lavorativa e/o non sono titolari di partita IVA attiva;

non fanno parte, in qualità di socio ovvero di amministratore, di una società

iscritta al registro delle imprese e attiva;

  •  Disoccupati di lunga durata:

hanno compiuto 18 anni;

hanno presentato, da almeno 12 mesi, una Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID); ai fini del computo dei 12 mesi per il disoccupato di lungo periodo è necessario che lo stesso abbia un’anzianità di disoccupazione pari a 365 giorni più 1 giorno. Al fine del calcolo dell’anzianità di disoccupazione sono conteggiati tutti i giorni di validità della Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID) con l’eccezione di quelli di sospensione;

non svolgono attività lavorativa e non sono titolari di partita IVA attiva ovvero sono lavoratori/lavoratrici il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo corrisponde a un’imposta lorda pari o inferiore alle detrazioni spettanti ai sensi dell’articolo 13 del testo unico delle imposte sui redditi di cui al D.P.R. n. 917/1986;

non fanno parte, in qualità di socio ovvero di amministratore, di una società iscritta al registro delle imprese e attiva.

 

FAQ – APPROFONDIMENTI

Sono ammissibili le iniziative riferibili a tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di “franchising”, quali ad esempio:

  • turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi;
  • servizi alla persona;
  • servizi per l’ambiente;
  • servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione);
  • risparmio energetico ed energie rinnovabili;
  • servizi alle imprese;
  • manifatturiere e artigiane;
  • imprese operanti nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, ad eccezione dei casi di cui all’articolo 1.1, lett. c), punti i) e ii) del Reg. UE n. 1407/2013;
  • commercio al dettaglio e all’ingrosso.

Sono esclusi i settori della pesca e dell’acquacoltura, della produzione primaria in agricoltura, nonché, in generale, le attività che si riferiscono ai settori economici espressamente esclusi dall’articolo 1 del Reg. (UE) 1407/2013.

Sono altresì escluse le attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco (ATECO 2007, Sezione R divisione 92).

 

Le spese in investimenti materiali e immateriali ammesse alle agevolazioni sono quelle inerenti l’acquisto di:

  • beni mobili quali, strumenti, attrezzature e macchinari;
  • hardware e software;
  • opere murarie, entro il limite del dieci percento (10%) dell’ammontare delle spese di cui alle suddette lettere a) e b);

 

Le spese in capitale circolante ammesse alle agevolazioni sono quelle inerenti:

  • la locazione di beni immobili e canoni di leasing;
  • le utenze;
  • i servizi informatici, di comunicazione e di promozione;
  • i premi assicurativi;
  • le materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti;
  • i salari e gli stipendi;
  • l’IVA non recuperabile.

 

Si tratta di un finanziamento agevolato con queste caratteristiche:

  • importo massimo 50.000 €;
  • restituzione in 7 anni;
  • Inizio restituzione 12 mesi dopo l’erogazione;
  • interessi zero;
  • garanzie non necessarie.

 

Per iscriversi bisogna contattare Asseimprenditori inviando una mail a asseimprenditori@gmail.com, compilando il form qui al lato o attraverso il sistema di messaggistica istantanea.

Successivamente verrà fissato un appuntamento on line durante il quale si procederà all’identificazione del candidato e si procederà alla compilazione dei rispettivi moduli.

Si dovrà avere a disposizione la carta d’identità in corso di validità e il codice fiscale.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento