Queste informazioni sono una prima indicazione su come muoversi e richiedonouna verifica attenta dei siti internet indicati.
Per i giovani sotto i 30 anni la migliore indicazione è quella di usare un visto vacanzelavoro per imparare bene l’inglese ed orientarsi nel mondo del lavoro australiano.
E’ possibile sia ottenere un visto di lavoro (tramite sponsorizzazione di un’azienda locale) sia emigrare (con un sistema di valutazione basato su età e capacità).

EMIGRARE IN AUSTRALIA
In linea generale è possibile emigrare in Australia per lavoro purché in possesso di una serie di requisiti basati su età (che deve essere inferiore a 45 anni), studio, esperienza professionale e conoscenza della lingua. Ogni anno vengono concessi fino a 100.000 visti a lavoratori specializzati per trasferirsi temporaneamente o definitivamente in Australia. Ogni richiesta viene valutata attribuendo ad ogni richiedente un punteggio basato sull’età,
l’esperienza, la conoscenza dell’inglese, che viene verificata con un test. Le qualifiche necessarie sono decise di anno in anno ma in linea generale sono richiesti operai specializzati, tecnici, medici ed infermieri, ingegnieri. Una buona conoscenza dell’inglese è fondamentale per ottenere qualsiasi tipo di lavoro.
Il sito web del Dipartimento dell’Immigrazione è www.immi.gov.au.
Esistono anche agenti per l’immigrazione certificati dal Dipartimento dell’Immigrazione. Alcuni si trovano in Europa ma nessuno in Italia. Alcuni servizi potrebbero essere a pagamento. Una lista degli agenti è consultabile al sito del Migration Agents Registration Authority: www.themara.com.au

LAVORARE IN AUSTRALIA
Il visto è necessario e il lavoro nero è severamente punito. Esistono visti di lavoro subordinato, per formazione professionale e per imprenditori, investitori e senior manager, ma la condizione fondamentale è quella di trovare un’azienda australiana disposta ad assumere un lavoratore straniero.
Per avere informazioni sui requisiti, consultare il sito del Department of Immigration (www.immi.gov.au) e dell’Ambasciata australiana a Roma
(www.italy.embassy.gov.au). 

I siti internet dei principali giornali australiani hanno una sezione con gli annunci di lavoro:
The Australian (www.careerone.com.au),
The Agedi Melbourne e Sydney Morning Herald (mycareer.com.au/jobs/).
Consultare anche il sito del governo australiano www.jobsearch.gov.au. E’ possibile ottenere un visto come imprenditore se si intende investire in Australia.

Altre varie possibilità:
• consultare guide specializzate nella ricerca di un lavoro;
• cercare gli annunci di lavoro attraverso portali e banche dati on-line. Si consiglia di evitare i siti che richiedono una tassa di iscrizione.
Per essere al corrente delle cautele da adottare, se si sceglie questa modalità di ricerca, segnaliamo una guida all’uso dei siti per chi cerca lavoro, con indicazioni utili su come scrivere un curriculum vitae, come utilizzare gli archivi on-line e come selezionare le offerte: www.rileyguide.com
• informarsi presso il Job Network, una rete nazionale di agenzie e organizzazioni private e pubbliche australiane, specializzate nella ricerca del lavoro. Tra queste alcune forniscono servizi personalizzati per specifici gruppi di persone (giovani, disabili, persone non madrelingua inglese, …). Le organizzazioni che ne fanno parte, definite agenzie Job Network, sono un centinaio, sparse in oltre mille sedi nel Paese e tutte forniscono servizi di collocamento. Tra gli strumenti utilizzati dal network c’è il portale http://jobsearch.gov.au/default.aspx un archivio di domande e offerte di lavoro aggiornato quotidianamente e utilizzabile gratuitamente;
• consultare i fogli informativi sui servizi del Job Network. La pubblicazione è curata dal Dipartimento del Lavoro del governo federale australiano. La guida, in formato pdf., contiene indicazioni sull’assistenza e sui servizi offerti dal Job Network a chi cerca lavoro in Australia (tradotta in varie lingue compreso l’italiano). Per informazioni consulta  http://bit.ly/dlQLWO;
• fare riferimento al Centrelink, un organo della Pubblica Amministrazione (Servizio Nazionale per l’Impiego), che si occupa di fornire assistenza anche in campo previdenziale a tutti coloro che sono alla ricerca di un impiego o che hanno cessato l’attività lavorativa. Il servizio, fornito anche in lingua italiana, va sempre contattato per informarsi su eventuali prestazioni assistenziali a cui si ha diritto (anche se la maggior parte spetta solo a chi risiede in Australia da almeno due anni) e per iscriversi alla rete Job Network. Per maggiori informazioni: www.centrelink.gov.au;
• visitare il sito del DEEWR – Department of Education, Employment and Workplace Relations (Dipartimento del Lavoro): www.deewr.gov.au/Pages/default.aspx sul quale è presente una sezione dedicata alle informazioni e agli strumenti per chi cerca lavoro;
• fare riferimento all’Associazione degli Italiani in Australia che periodicamente ricerca personale bilingue (italiano/inglese) per le sedi australiane. La sezione utile è quella intitolata Employment.

Per informazioni:
– Coasit – Casa d’Italia – 67 Norton Street,
Leichhardt 2040 – Australia – tel. 0061 (0)
295640744 – fax 0061 (0) 295696648
www.coasit.org.au

•consultare le offerte di lavoro su quotidiani e periodici. Molti di questi sono disponibili on-line e permettono di accedere a banche dati, locali o internazionali, di offerte di lavoro. Inoltre, molti hanno una sezione dedicata agli annunci immobiliari, utile per la ricerca di un appartamento. Di seguito forniamo un elenco di quotidiani/riviste online per la ricerca di lavoro:
– www.dailytelegraph.com.au – sito del giornale The Daily Telegraph, alla voce Jobs è presente una pagina (CareerOne) con offerte di lavoro;
– www.smh.com.au – sito del giornale The Sidney Morning Herald, alla voce “MyCareer” sono presenti numerose offerte di lavoro;
– www.canberratimes.com.au – sito del giornale The Canberra Times, dove, alla voce Jobs, puoi trovare molte offerte. L’elenco dei maggiori quotidiani australiani è presente sul sito  http://bit.ly/6UT70J 
• contattare le agenzie di collocamento australiane che offrono lavori in vari settori.

Vi segnaliamo alcuni dei siti più conosciuti:
– jobs.au.hudson.com
– www.seek.com.au
– www.drakeintl.com/jobs
– www.ipa.com.au
– nowhiring.com.au

– www.gumtree.com.au
Nella maggior parte di questi siti si possono trovare anche indicazioni su dove alloggiare a prezzi relativamente contenuti. Anche in Australia esiste l’opportunità di svolgere tirocini di lavoro, remunerati e non, o di rivolgersi alle scuole, agenzie o enti privati che si occupano dei soggiorni
lavorativi o Work & Study. Per informazioni su questo tipo di esperienze vedi le Schede Orientative stage di formazione e lavoro all’estero, consultabile al link http://bit.ly/aV1ofa e agenzie italiane che organizzano tirocini, soggiorni lavorativi e work&study, consultabile al link http://bit.ly/90gTN8.

Si ricorda inoltre la possibilità di trovare un lavoro alla pari, cioè un lavoro temporaneo che prevede la cura dei bambini e lo svolgimento di piccoli lavori domestici, presso una famiglia ospitante, in cambio di vitto, alloggio e di un contributo minimo. 
Orientativa lavoro alla pari all’estero, consultabile al link  http://bit.ly/cX9DjW.
Infine, per ulteriori informazioni di tipo pratico per un soggiorno nel Paese (trasporti, strutture ricettive, informazioni turistiche), vedi la Scheda Orientativa Australia, consultabile al link  http://bit.ly/8YPUZr.

RICERCA SCIENTIFICA
L’Australia valorizza le capacità professionali scientifiche e tecnologiche per cui non è impossibile trovare un impiego presso un’università o un centro di ricerca per chi è in possesso di un curriculum professionale valido. Occorre cercare con pazienza tra tutte le università per vedere se ci sono aperture. 
Per offerte di lavoro nel settore scientifici, consultare New Scientist edizione Australasiawww.newscientistjobs.com/jobs/default.aspx.

VISTO VACANZE-LAVORO
I cittadini italiani tra i 18 e i 30 anni possono ottenere un visto vacanze-lavoro valido per un anno, rinnovabile una seconda
volta se nel primo anno si svolgono attività nelle zone rurali per almeno tre mesi (bracciante, raccoglitore di frutta, giardiniere, eccetera).
Consultare il sito: http://www.immi.gov.au/visitors/working-holiday/index.htm che comprende anche la lista dei lavori stagionali nelle zone rurali. Per opportunità di lavoro in queste aree consultare il sito www.jobsearch.gov.au.

INSEGNARE ITALIANO IN AUSTRALIA
Non esistono scuole finanziate dal governo italiano in Australia. L’italiano è insegnato in numerose scuole pubbliche e private in tutte le principali città del paese, dalle elementari alle superiori, con personale docente locale. In alcune città, come Melbourne, giovani sotto i 30 anni possono lavorare nelle scuole come assistenti linguistici. Per informazioni consultare il sitoweb del Coasit di Melbourne (www.coasit.com.au poi pagina education e Italian short term teachers).

RICONOSCIMENTO TITOLI DI STUDIO
Non esiste alcun accordo che permetta il riconoscimento automatico dei titoli di studio tra Italia e Australia e che quindi dia automatico diritto di lavorare in Australia. E’ in genere l’istituzione locale che decide l’equivalenza dei titoli. Non esiste un criterio univoco neppure per il riconoscimento delle qualifiche professionali.

LAVORO PRESSO AZIENDE ITALIANE
Esiste un certo numero di aziendeitaliane in Australia con propri uffici commerciali o di rappresentanza, il cui personale è quasi interamente di origine australiana. Si consiglia di non tentare questa strada.

LAVORO PRESSO AMBASCIATA E CONSOLATI
E’ necessario superare un concorso pubblico per dipendente di ruolo. I concorsi si svolgono a scadenze irregolari presso il Ministero degli Esteri. I bandi vengono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale e suwww.esteri.it. Le sedi locali assumono anche personale a contratto (anche questi solo in base alle necessità), sempre con concorso pubblico. Il requisito essenziale è la residenza nel paese estero da almeno due anni e la perfetta conoscenza dell’inglese.

TIROCINIO PRESSO AMBASCIATA E CONSOLATI
I laureati e laureandi di università italiane hanno la possibilità di effettuare un tirocinio presso il Ministero degli Esteri e nelle Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura in tutto il mondo. L’Ufficio Scientifico dell’Ambasciata a Canberra, alcuni Consolati e gli Istituti di Cultura offrono alcuni tirocinii della durata massima di tre mesi. Il bando con le offerte per tutto il mondo viene pubblicato ogni 3 mesi e pubblicizzato nelle università e sul sito internet della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (www.crui.it). 
Anche l’ICE ha un programma di tirocini
(www.ice.gov.it/formazione/home.htm)

Riferimenti utili 
Italia
• AMBASCIATA D’AUSTRALIA
via Antonio Bosio 5 – 00161 Roma
tel. 06852721-  fax 0685272300
www.italy.embassy.gov.au (sito in lingua italiana e inglese)
E-mail: [email protected]

• AMBASCIATA D’ITALIA
12 Grey Street – Deakin A.C.T. 2600 – Canberra  – Australia
tel. 0061 (0) 262733333 – fax 0061 (0) 262734223
www.ambcanberra.esteri.it (sito in lingua italianae inglese)
E-mail: [email protected]

Scadenza: 31/12/2013
× How can I help you?